Studio ISBE recupero danni – ☎ 0429 603403
Tutto quello che c’è da sapere sulle visite fiscali.
Stai male e il medico ti ha assegnato delle giornate di assenza dal lavoro per malattia. Tuttavia, non sei tranquillo: ti tormenta il pensiero della visita fiscale. 
Devi sapere che la visita fiscale è un problema anche per chi sta molto male: pensiamo alla situazione in cui si trova il lavoratore con la febbre alta, a letto, solo in casa: se suona il medico dell’Inps, non ha nemmeno la forza di andargli ad aprire, quindi rischia pesanti sanzioni per l’assenza alla visita fiscale. 
Insomma, il passaggio del medico dell’Inps è fonte di problemi per la maggior parte dei lavoratori, non solo per i furbetti che utilizzano la malattia per prendersi un weekend di ferie. 
Quali sono le conseguenze dell’assenza alla visita fiscale ingiustificata?
Se il lavoratore si allontana ingiustificatamente dal domicilio, durante le fasce di reperibilità, e risulta assente:

– alla prima visita fiscale: perde qualsiasi trattamento economico per i primi 10 giorni di malattia;
– alla seconda visita fiscale: oltre alla precedente sanzione, si riduce del 50% il trattamento economico per il periodo di malattia residuo;
– alla terza visita fiscale: l’erogazione dell’indennità Inps viene interrotta da quel momento e fino al termine del periodo di malattia; in pratica, la malattia non è riconosciuta ai fini della corresponsione dell’indennità.

Assenza alla visita di controllo, c’è la nuova applicazione
All’applicazione “Richiesta Visite Mediche di Controllo (Polo unico VMC)” può accedere chi è in possesso di dispositivo Pin. Le amministrazioni pubbliche, che rientrano nell’ambito di applicazione della normativa sul Polo unico (D.Lgs n. 75/2017), oltre gli esiti delle visite mediche di controllo disposte d’ufficio dal datore di lavoro, possono consultare anche quelle disposte d’ufficio dall’Istituto di previdenza.

Noi siamo qui perché tu possa ottenere il giusto indennizzo se hai ricevuto un danno.
Contattaci.
Telefono: 0429-603403